Ayomide Folorunso. Un supereroe in pista e nella vita. Dalle Fiamme Oro ad Admo

Ayomide Folorunso, atleta delle Fiamme Oro Padova.

Nelle ultime olimpidi di Rio ha conquistato un record italiano e un sesto posto con la staffetta 4×400 metri azzurra oltre che una straordinaria semifinale sui 400 ostacoli. Ha solo 20 anni e quindi una strada lunga e speriamo fruttuosa per lei anche perchè determinazione, forza e voglia di faticare e vincere ne ha da vendere. Era lei la protagonista della serata al camp 2016 delle Fiamme Oro a Jesolo al Villaggio Marzotto. 14192720_10210510706273750_2823602871896226661_n

Davanti una platea di ragazzini vestiti tutti di azzurro, stanchissimi per la giornate di allenamento, amanti dell’atletica leggera, pronti ad imparare e a mettersi in gioco su una pista.

Hanno guardato ed ascoltato le testimonianze dei tre atleti e rispettivi allenatori nella pellicola L’altra faccia della medaglia del regista Francesco Cordio dove si racconta il dietro le quinte di una vita votata all’atletica tra vittorie,sconfitte, allenamenti e vita più o meno normale. Uno di questi atleti intervistati era proprio Ayomide, 20 anni studentessa di medicina, arriva a 8 anni dall’Africa in Italia con i suoi genitori. Una ragazza sorridente, capace di affrontare la scuola e l’atletica sempre al massimo e sfidando sè stessa, con una carica addosso che ti affascina e ti fa venir voglia di correre. Una vita di sacrifici e rinunce, una vita faticosa, dove non puoi sgarrare, devi essere sempre concentrato…una vita da eroi davvero, nella normalità…eroi che magari non vengono fermati per strada perchè l’atletica difficilmente rende famosissimi…ma che davvero potrebbero insegnare molto a molti… La dimostrazione sta nella simpatia con la quale Ayomide si è fatta fotografare di fianco al supereroe Admo. Da sempre le Fiamme Oro sono amiche e sostenitrici dei donatori di midollo…e Ayomide da futuro medico non poteva che sposare la causa e meravigliarsi che le persone sanno poco e male del midollo e della donazione, dopo aver visto il video proiettato nella serata con interviste alla gente rispettivamente a questi temi. Ayomide è un supereroe nello sport , ma lo è anche e soprattutto per questi gesti semplici come quelli fatti da tanti donatori di midollo sia sulla carta, entrando nel registro dei donatori, che nella realtà. A Padova si è già arrivati a nove donatori effettivi dall’inizio dell’anno, un vero record per la città e l’associazione, nove vite salvate grazie a tanti piccoli grandi supereroi silenziosi… E questo sarà anche il leitmotiv del 17 settembre prossimo, giornata nazionale per la donazione del midollo osseo..quando anche a Padova andrà in scena una giornata di testimonianze, eventi e sensibilizzazione…di cui ovviamente non mancherò di parlarvi… Intanto posto il video che abbiamo realizzato assieme ai giocatori del Calcio Padova C 5 che si sono tipizzati e che invitano a fare lo stesso –#facciamosquadra è la parola d’ordine!

[embedyt] http://www.youtube.com/watch?v=8KIaeNBTKAQ[/embedyt]

]]>

Altri
articoli